Home » Archivio » XX Domenica del Tempo Ordinario (14 agosto 2016)

XX Domenica del Tempo Ordinario (14 agosto 2016)

XX Domenica del Tempo Ordinario (14 agosto 2016) - Vivi la Parola

«Le mie pecore ascoltano la mia voce, dice il Signore, e io le conosco ed esse mi seguono.»

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 12,49-53)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto!
Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra? No, io vi dico, ma divisione. D’ora innanzi, se in una famiglia vi sono cinque persone, saranno divisi tre contro due e due contro tre; si divideranno padre contro figlio e figlio contro padre, madre contro figlia e figlia contro madre, suocera contro nuora e nuora contro suocera».

 

 

Commento alle letture di Domenica 18 Agosto 2013 di Paolo Ramonda  
(Responsabile Generale della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi)

GEREMIA AFFONDO’ NEL FANGO. Siamo nel 650 avanti Cristo, geremia nasce da una famiglia sacerdotale nei pressi di Gerusalemme. Chiamato ancora giovane da Dio, Geremia attraversa la storia drammatica del suo popolo, predicando, minacciando, predicendo la rovina. Per questo viene perseguitato e incarcerato, gettato nel fango. Con un animo delicato fatto per amare, Geremia è inviato per sradicare e demolire, per distruggere ed abbattere, ha dovuto predire soprattutto la sventura del suo popolo. Dice don Oreste Benzi : “Geremia desidera veramente quello che vuole il Signore , la conversione del cuore. Geremia parlava perché il fuoco di Dio era dentro di lui”. Seppur poveri e bisognosi, che possiamo sempre riconoscere la cura che il Signore ha per noi.
NON AVETE ANCORA RESISTITO FINO AL SANGUE NELLA VOSTRA LOTTA CONTRO IL PECCATO. La comunità è il luogo della testimonianza, della fraternità dove imparo dagli altri il bene, la lotta contro il peccato che ci assedia, svento le sue seduzioni sottili. So dove voglio andare dietro a Cristo, con chi voglio andare con i fratelli nella Chiesa tenendo fisso lo sguardo su Gesù. Contemplando la sua croce per essere capaci di vivere nella gioia, rigettando gli onori umani per vivere poveramente, sobriamente, giustamente. La lotta contro il male ci deve costare, la corsa verso essere tutto bene senza alcun male la dobbiamo scegliere ogni giorno.
PENSATE CHE IO SIA VENUTO A PORTARE PACE SULLA TERRA? Lo Spirito Santo è il fuoco che purifica e infiamma i nostri cuori e che si accende pienamente nel dono d’amore che avviene sulla croce. Gesù ci chiede di scegliere, c’è come una lotta spirituale dentro di noi. Gesù ci porta la sua proposta, che è una immersione di tutta la nostra realtà a partire dal cuore, gli affetti, la famiglia, il lavoro, la lotta per la giustizia, tutto sotto il fuoco dell’amore di Dio, immersi in questo amore che brucia ogni ingiustizia. Gesù divide non unisce, chi non è con me è contro di me. Non si può andare a braccetto con tutti o con tutto. Essere tiepidi al punto che va tutto bene. Dice Gesù come “sono angosciato finchè tutto non sia compiuto”. Chiediamo la grazia di saperci offrire nel nostro piccolo in questa giustizia essenziale.
Simeone disse a Maria: “anche a te una spada trafiggerà l’anima”. Non si è tirata indietro; facci questo dono o vergine assunta in cielo.

 

 

Commento al Vangelo di Don Oreste Benzi 
(Commento pubblicato su Pane Quotidiano, editore Sempre) 

Gesù dice: «sono venuto a portare il fuoco sulla terra e come vorrei che fosse già acceso». Cosa vuol dire il Signore con queste parole? Qual è l'effetto che produce il fuoco? Il primo effetto è che brucia e purifica, infatti se mettete l'oro, che è sempre una mistura, il fuoco lo purifica e diventa veramente oro. La vita di Gesù è il fuoco che accende la nostra vita e ci purifica. Gesù è il fuoco, ma il fuoco soprattutto cosa fa? Quando un pezzo di ferro viene buttato nella fornace, nel forno, che qualità acquista? Da pezzo di ferro rigido, diventa malleabile. Da freddo come diventa? Caldissimo. Da tetro, opaco che era, come diventa? Luminoso! Noi siamo quel ferro: opachi, duri, tignosi, oscuri... e invece, buttati nella fornace di Gesù, il nostro cuore si trasforma. Questo forno si accende forte forte durante la Messa, nel momento della consacrazione, preparato dalla Parola di dio.Guardatevi se siete opachi!

Vivi la Parola

Papa Francesco

Vivi la Parola

Il blog di don Aldo Buonaiuto

Vivi la Parola

Segui tutte le celebrazioni di Papa Francesco in DIRETTA TV

LINK UTILI

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Santa Sede

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del quotidiano cattolico Avvenire

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito dell'agenzia di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il mondo visto da Roma: sito dell'agenzia internazionale di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del settimanale della diocesi di Fabriano-Matelica

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il Vaticano oggi

Vivi la Parola

Il bimestrale tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno

Vivi la Parola

IN TERRIS: Quotidiano internazionale on line