Home » Archivio » VI Domenica di Pasqua (25 Maggio 2014)

VI Domenica di Pasqua (25 Maggio 2014)

VI Domenica di Pasqua (25 Maggio 2014) - Vivi la Parola

«Se uno mi ama, osserverà la mia parola, dice il Signore, e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui.»

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 14,15-21)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete perché egli rimane presso di voi e sarà in voi. Non vi lascerò orfani: verrò da voi. Ancora un poco e il mondo non mi vedrà più; voi invece mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete. In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre mio e voi in me e io in voi. Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch'io lo amerò e mi manifesterò a lui».

 

don Aldo:

Il Signore non abbandona mai le sue creature ed attraverso uomini fedeli sostiene, richiama e conforta costantemente il suo popolo. Dio ha inviato il Figlio unigenito che, incarnandosi, non solo ha fatto parte dell’umanità, ma continua a guidarla e a condurla verso la sua pienezza. Il Paraclito, sta con chi è solo liberandolo dalla solitudine; è stato mandato dal Padre per insegnare ogni cosa agli uomini attraverso gli apostoli e i loro successori, ricordando tutto ciò che Gesù ha detto. Lo Spirito Santo incarna quella verità che il mondo non può ricevere perché non la vuole conoscere e preferisce vivere abbandonato a se stesso. Dio-Amore abita nella Chiesa e in ogni cristiano: chi ama il Signore riceve in dono l’abitazione in lui della Santissima Trinità.
Lo Spirito Santo attualizza il Vangelo rendendo Cristo contemporaneo nella storia e sempre presente nella Chiesa. Il Paraclito ha il compito di raccogliere e guidare la comunità ecclesiale che è l’insieme di tutti i credenti in Gesù.
E’ l’amore l’unica condizione che permette di vedere e di conoscere il prossimo, entrando nella verità. Il mondo, organizzato come realtà estranea a Dio, non ama l’altro, ma asservisce a sé il creato strumentalizzandolo. 
La carità presente tra i primi cristiani è stata la principale causa dell’espansione rapidissima della Chiesa. Gesù infatti aveva detto: “Da questo riconosceranno che siete miei discepoli, se vi amerete gli uni gli altri”. Gli uomini, fino ad allora, non avevano mai ascoltato un messaggio così “rivoluzionario”.
Quanto vivi Gesù nella tua casa, nel luogo dove studi o lavori? Il fascino tangibile del tuo amore verso gli altri può attirarli a sperimentare la salvezza piena che viene dalla Chiesa.
Il dono di sé, piena comunione con Dio e con i fratelli, è l’espressione più profonda dell’esistenza umana e per sua natura è gratuita in quanto va al di là di ogni condizione, dipendenza e bisogno.
Fa’ spazio al Signore dentro di te, in tutte le componenti del tuo essere! E’ l’Infinito la tua abitazione perfetta!

 

 

 

Commento al Vangelo di don Oreste Benzi
(pubblicato su "Pane Quotidiano", tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno commentata da don Oreste Benzi)

 

«Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito (consolatore) perché rimanga con voi per sempre»: lo Spirito Santo ci è presentato nella sua azione nei nostri confronti. Lo Spirito è anzitutto consolatore, cioè colui che ci toglie dalla nostra solitudine e ci unisce a Cristo Signore e in Cristo a tutti i fratelli, essendo noi fatti come originalità per la comunione. L’uomo è un “essere per”, è per la comunione universale, ed è evidente che la disperazione dell’uomo è la sua solitudine perché è il suo non senso. Fino a quando l’uomo sarà solo, rimarrà sempre in uno stato di aggressività che tende a distruggere chi non l’accetta. La persona che si toglie dalla comunione contrista e spegne lo Spirito Santo, perché si toglie dalla comunione e si mette nella disperazione.
La redenzione è come un'unica cosa che si svolge in tre atti; noi siamo nell’atto ultimo che è quello dello Spirito Santo: lui attua la Chiesa alla quale ha dato origine Cristo Gesù, perché riunisce le membra, in altre parole toglie te dalla tua solitudine e ti unisce al Padre, in Cristo, assieme a tutti i fratelli!

Vivi la Parola

Papa Francesco

Vivi la Parola

Il blog di don Aldo Buonaiuto

Vivi la Parola

Segui tutte le celebrazioni di Papa Francesco in DIRETTA TV

LINK UTILI

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Santa Sede

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del quotidiano cattolico Avvenire

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito dell'agenzia di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il mondo visto da Roma: sito dell'agenzia internazionale di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del settimanale della diocesi di Fabriano-Matelica

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il Vaticano oggi

Vivi la Parola

Il bimestrale tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno

Vivi la Parola

IN TERRIS: Quotidiano internazionale on line