Home » Archivio » Santissima Trinità (31 Maggio 2015)

Santissima Trinità (31 Maggio 2015)

Santissima Trinità (31 Maggio 2015) - Vivi la Parola

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, a Dio, che è, che era e che viene.

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 28, 16-20)   

 

In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

 

 

 

 

 

 

don Aldo 

Gesù chiede ai discepoli di portare nel mondo la luce della sua parola diffondendo l’annuncio della salvezza, insegnando a rispettare i comandamenti e battezzando nel suo nome.
L’essenza del Signore è l’amore, tre persone divine, uguali ma distinte l’una dall’altra, che si amano infinitamente e sono un solo Dio. La relazione intima tra il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo viene partecipata, secondo il disegno sapiente dell’Onnipotente, a tutti coloro che scelgono veramente di convertirsi a Gesù attraverso i sacramenti, la fede vissuta e la preghiera sincera.
Il battesimo fa entrare l’uomo a pieno titolo nella Chiesa, corpo mistico di Cristo, che è una, pur essendo formata da molte membra; esse sono tutte importanti e strettamente dipendenti tra loro, cosicché danni e benefici non si trasmettono senza che tutto il corpo ne risenta.
L’uomo è creato a immagine di Dio, sorgente della forza che muove tutto l’universo. Per capire veramente chi siamo dobbiamo specchiarci nella Santissima Trinità: la nostra immagine riflette il mistero divino.
Nella festa della Santissima Trinità Gesù promette di non lasciarci mai soli, rendendoci sicuri e forti nelle situazioni che siamo chiamati a vivere nella quotidianità. La sua presenza, consegnataci nel battesimo, si rinnova ogni domenica per mezzo del sacramento dell’Eucaristia.
Gesù si manifesta quando cominciamo, in tutto e per tutto, a compiere la volontà di Dio e a osservare i suoi insegnamenti. Il segreto è nella preghiera e nella contemplazione: bisogna ritagliarsi del tempo ogni giorno per stare col Signore e gustare la sua rivelazione.
L’appartenenza a Dio – Trinità è la caratteristica e l’identità dei cristiani. Lo Spirito Santo porta l’uomo alla comprensione di essere dono irripetibile del Creatore, affrancandolo dalla schiavitù del peccato e aprendogli il cuore alla semplicità dell’infinito di Dio che ha rivelato la buona novella agli umili e ai piccoli.
Chi crede nel Figlio unigenito ha la vita eterna, l’amore del Padre, passando così dalla morte a una nuova rinascita. Entrare nella comunione divina della Santissima Trinità significa liberarsi dalla solitudine che logora nel profondo uscendo dal non senso dell’esistenza.

 

 
Commento alle letture di Domenica 31 Maggio 2015
di Paolo Ramonda
  
 
(Responsabile Generale della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi)
 

Medita bene nel tuo cuore che il Signore è Dio. Come un Padre ricco di amore e misericordia ci guida. Ha creato tutto per la nostra felicità. Ha parlato a noi, al suo popolo per darci la vita quella vera. Ci ha scelti non perché buoni, con segni e prodigi. Ci ha liberato dalla schiavitù. Noi siamo spettatori, abbiamo visto e siamo stati educati dal suo amore concreto, dandoci una terra da abitare, una vocazione da vivere, dei figli benedetti con cui camminare, i poveri.Nella preghiera abbiamo riconosciuto i nostri peccati e abbiamo imparato a custodire la tua Parola. I comandamenti vissuti sono la gioia nostra e dei nostri figli. 

Avete ricevuto lo Spirito che rende figli adottivi. Vivere da figli senza avere paura del Padre, con un fratello come Gesù, che libertà. Non più schiavi ma figli adottivi nel Figlio unigenito, nostro fratello maggiore, che insieme a noi prega e grida “ Abbà, Padre”. Nella preghiera ci sentiamo veramente figli anche se indegni “mi alzerò e andrò da mio Padre”. Se davvero partecipiamo alle sue sofferenze parteciperemo alla sua e nostra resurrezione.

IO SONO CON VOI TUTTI I GIORNI. Gesù è con noi e ci manda tutti i giorni in missione. Noi lo vediamo certamente nell’adorazione della sua presenza viva, nell’eucarestia, nella sua Parola, nei poveri. Tutti i nostri dubbi, paure, contraddizioni e peccati si sciolgono come neve al sole. Gesù ogni giorno ci viene incontro, ci previene, ci attira nella sua volontà che supera sempre la nostra. Ci manda indegnamente tra le genti e tra i popoli a vivere il Vangelo della gioia e della condivisione, della giustizia e della pace. La certezza è che Lui è fedele e non ci
abbandona mai.

Maria icona vivente della presenza del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, della TRINITA’ SANTA prega per noi peccatori.

 

Vivi la Parola

Papa Francesco

Vivi la Parola

Il blog di don Aldo Buonaiuto

Vivi la Parola

Segui tutte le celebrazioni di Papa Francesco in DIRETTA TV

LINK UTILI

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Santa Sede

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del quotidiano cattolico Avvenire

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito dell'agenzia di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il mondo visto da Roma: sito dell'agenzia internazionale di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del settimanale della diocesi di Fabriano-Matelica

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il Vaticano oggi

Vivi la Parola

Il bimestrale tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno

Vivi la Parola

IN TERRIS: Quotidiano internazionale on line