Home » Archivio » IV Domenica del tempo ordinario (29/1/2012)

IV Domenica del tempo ordinario (29/1/2012)

IV Domenica del tempo ordinario (29/1/2012) - Vivi la Parola
Dal Vangelo secondo Marco (Mc 1, 21-28)
In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafàrnao,] insegnava. Ed erano stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi.Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui. Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!». La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea.
 



L’insegnamento che continua a scuotere ed interpellare l’uomo da più di duemila anni è Gesù stesso, il Verbo fatto carne. Dio ha scelto di comunicare con l’umanità servendosi non solo di segni e miracoli, ma attraverso la “Buona Novella” proclamata dal Figlio e dai profeti di ieri e di oggi. La Parola è dunque il mezzo privilegiato scelto dal Creatore; in ebraico si traduce con dabar che significa sia “vocabolo” sia “fatto”: è quindi una “parola” vivificante, che agisce e salva. È il Verbo, infatti, che segna il principio della creazione: “Dio disse: «Sia la luce!», e la luce fu”. L’immersione nella Sacra Scrittura contraddistingue anche il primo passo della nostra redenzione poiché, dopo aver ascoltato la voce divina, ognuno di noi è libero di scegliere se ignorarla o accettarla, permettendo così allo Spirito di liberarci dal male e dal peccato.
Oggi come ieri Gesù provoca l’ira del demonio perché disturba la sua illusione di potere assoluto sulle creature. Per questo il nemico attacca i cristiani, tentandoli affinché non vivano ciò che professano e perché restino degli ascoltatori smemorati di ciò che esce dalla bocca del Padre Eterno. 
La grande tentazione è perdersi nella materialità del mondo dimenticandosi che il vero nutrimento della vita è Gesù-Eucaristia, unico cibo di salvezza. L’uomo talvolta si lascia consigliare dal serpente, padre della menzogna e della manipolazione, che istiga al piacere come scopo dell’esistenza incatenandolo alla prigionia dei sensi.
La disobbedienza nei confronti del Creatore e la sfiducia verso il prossimo, assieme alla mancanza di fede e all’egoismo, sono i mali che fanno rinchiudere l’individuo in se stesso condannandolo alla solitudine pur vivendo con tanti fratelli.
La missione di ogni vero cristiano è quella di liberare il bisognoso dalla schiavitù del peccato. Solo il Messia, e nessun altro, annuncia lo Spirito Santo affrancando l’essere umano dalla peggiore morte che esista, quella dell’anima.




Commento alle letture di Domenica 29 Gennaio 2012
di Paolo Ramonda
 

(Responsabile Generale della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi)

Avrai quanto hai chiesto al Signore tuo Dio. il popolo chiede un profeta al Signore e questi gli viene concesso. Dove due o tre si accordano per chiedere nel nome del Signore vengono ascoltati. Quanto dobbiamo crescere nella preghiera, personale e comunitaria. Quanto dobbiamo chiedere che ci siano profeti di Dio nelle nostre comunità. Il segno che uno è profeta è che cammina con il popolo, è testimone, cioè paga di persona ma  generalmente non viene ascoltato o compreso. Ma lui ama il Signore e i suoi fratelli e parla in nome del Signore, il profeta ascolta chi nella comunità ha il dono della conferma. 
Ascoltate oggi la voce del Signore. diceva s. Agostino “ fammi casto, ma non subito”.  Vogliamo sempre rimandare il cambiamento quasi fossimo padroni del tempo, della storia, degli avvenimenti. Convertirci oggi richiede dei tagli netti, dei no fermi al male che è in noi, ai nostri piccoli idoli che ci portiamo sotto il cuscino. Il Dio vivente è la nostra roccia, “ a Lui dobbiamo rendere grazie, prostrati, adoriamo, in ginocchio davanti al Signore che ci ha fatti”.
Restate fedeli al Signore senza deviazioni. Ognuno ha il suo dono, complementare agli altri. Matrimonio, consacrazione, vedovanza, singoli, separati non per colpa propria, persone diversamente abili. Tutti siamo chiamati a vivere con il Signore, a gettare le nostre preoccupazioni nel Signore. fondamentale è rimanere fedeli alla vocazione che ci è stata assegnata, senza deviazioni,” perché Dio ama chi dona con gioia”
Che vuoi da noi Gesù, Nazareno? Anche i demoni conoscono Gesù, ma il problema è lasciarci guarire da Lui, fare uscire da noi gli spiriti impuri. Nessuno è garantito nel vivere in grazia di Dio da un titolo o uno status fosse anche ecclesiastico. Ma dal desiderio di conversione continuo, nel rispondere sì alla tua vocazione, nella Chiesa santa di Dio. dice don Oreste Benzi “ non rendetevi strumenti di Satana, non lasciatevi vincere dal male. Avete in voi la forza per vincere le tentazioni, e avete la grazia dell’autorità che vi è vicina”.
Facciamo come Maria la piena di grazia che ha voluto camminare umilmente unita a suo Figlio in tutti i momenti della sua vita, soprattutto ai piedi della croce, diventando Madre di ognuno di noi.




Commento al Vangelo di don Oreste Benzi 
(pubblicato su "Pane Quotidiano", tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno commentata da don Oreste Benzi)

«Basta! Che abbiamo a che fare con te, Gesù Nazareno?».È quello che sta avvenendo anche oggi: Satana vede che veramente fate avanzare il Regno di Dio, siete un segno d'amore, e allora dice «Basta! Ci rovinate!». Non rendetevi strumenti di Satana! Io vi scongiuro, vi supplico. State camminando bene, non lasciatevi vincere dal male! L'avete in voi la forza per poter superare le prove, le tentazioni, e avete la grazie dell'autorità che vi è vicina. Vi supplico nel nome del Signore: non lasciatevi vincere da Satana che vi tormenta e vi distrugge, e ricordatevi che si veste sempre da angelo per potervi ingannare!
Vivi la Parola

Papa Francesco

Vivi la Parola

Il blog di don Aldo Buonaiuto

Vivi la Parola

Segui tutte le celebrazioni di Papa Francesco in DIRETTA TV

LINK UTILI

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Santa Sede

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del quotidiano cattolico Avvenire

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito dell'agenzia di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il mondo visto da Roma: sito dell'agenzia internazionale di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del settimanale della diocesi di Fabriano-Matelica

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il Vaticano oggi

Vivi la Parola

Il bimestrale tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno

Vivi la Parola

IN TERRIS: Quotidiano internazionale on line