Home » Archivio » Immacolata Concezione Beata Vergine Maria (8 Dicembre 2013)

Immacolata Concezione Beata Vergine Maria (8 Dicembre 2013)

Immacolata Concezione Beata Vergine Maria (8 Dicembre 2013) - Vivi la Parola

« Rallégrati, piena di grazia, il Signore è con te,  benedetta tu fra le donne.»

Dal Vangelo secondo Luca (1,26-38)

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te». A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine». Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

 

don Aldo: 

Nel sesto mese dal concepimento di Giovanni Battista, l’arcangelo Gabriele viene inviato dall’Altissimo a Nazaret, piccola ed insignificante città della Galilea, ad una ragazza appena adolescente, vergine sposa di un giovane di nome Giuseppe della discendenza del re Davide. Il nome Gabriele deriva dall’ebraico “gabar” (essere forte) ed “El” (Jahvé) e significa “Dio è forte”: è il messaggero del Creatore, colui che porta l’annuncio dell’arrivo, nella storia umana, del Salvatore. Entrando nella casa della Vergine, l’angelo la onora con parole misteriose: “Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te!”. La frase esprime la gioia per l’intervento dell’azione redentrice del Padre attraverso lo Spirito. La creatura celeste comprende il turbamento di Maria: lei era ben determinata nella scelta di rimanere vergine anche dopo il matrimonio e ora tutto sembra improvvisamente cambiare. Ma il messaggero divino risponde ai suoi interrogativi rassicurandola che il suo desiderio si realizzerà ancor più profondamente poiché il bimbo da lei generato sarà opera dello Spirito Santo. La Madonna, nonostante capisca appieno la volontà dell’Onnipotente, risponde di sì perché sceglie di fidarsi e affidarsi del tutto.
Quest’anno la seconda domenica di Avvento coincide con la solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria.
Ripetere le parole di Maria, “Eccomi Signore”, con gioia, prontezza, sempre ed ovunque, ci rende tutti figli della Chiesa. L’Incarnazione avviene dopo ogni “sì” detto a Dio. Basta dirlo con fede che subito si diventa liberi da se stessi e dalla solitudine. 
Accettando la volontà del Padre, entrando nel Suo disegno d’amore, Egli svilupperà al massimo l’originalità di ognuno oltre ogni possibile aspettativa umana, riscattando l’uomo dal non senso della vita superficiale.
Gesù è il Salvatore atteso dalle genti e il periodo di Avvento è l’occasione per rinascere a vita nuova lasciando l’uomo vecchio per recuperare quel rapporto con Lui così bello ed entusiasmante...una nuova opportunità che ci viene donata soltanto per grazia. 
Cogliamo e accogliamo questo tempo favorevole, rivoluzionando la nostra vita, modellandola su Cristo e sentendo così il respiro della vita, della pace e dell’Amore vero.
Lo Spirito opera attraverso le nostre nullità, le debolezze e la nostra fede. Imparare da quel bambino indifeso nella mangiatoia, adorandolo, significa mettersi in ascolto con il desiderio di imitarlo senza aver paura dei giudizi di questo mondo.

 

Commento alle letture di Domenica 8 Dicembre 2013 di Paolo Ramonda  
(Responsabile Generale della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi)

DOVE SEI? Dio ci cerca come un Padre ricco di amore e di misericordia. Noi fuggiamo da lui, percepiamo il nostro niente, la nostra nullità, ma cerchiamo nelle cose, nelle affermazioni, nel potere, nel denaro, nella carnalità esasperata, il nutrimento. Ci accusiamo, deridiamo, avveleniamo, scartiamo, selezioniamo e teniamo ciò che ci piace. Tutto diventa faticoso, le relazioni, il lavoro, la festa, tutto è sospettoso, senza Dio. Rimettendo Lui al centro della nostra vita, tutto ritorna in ordine, i poveri tornano a sperare perché parte di un popolo che cammina insieme nella volontà del Padre. Torna la festa.
SECONDO IL DISEGNO D’AMORE. L’artista ha in mente il progetto, il disegno intero, DIO è PROVVIDENZA, che pensa a noi, donandoci suo Figlio, donandoci la creazione, tutte le cose belle, la natura; ci dona le relazioni più significative, sue creature. Ci fa figli nel Figlio, chiamati alla lode al suo cospetto nell’amore, già oggi è possibile se camminiamo nella santità dei piccoli passi concreti di fraternità, di povertà, di condivisione, di obbedienza creativa, di gioia pienamente umana.
RALLEGRATI PIENA DI GRAZIA IL SIGNORE E’ CON TE. LA VITA CRISTIANA è vangelo della gioia come ci dice papa Francesco nella sua esortazione apostolica “il bene tende sempre a comunicarsi. Ogni volta che cerchiamo di tornare alla fonte e recuperare la freschezza originale del Vangelo spuntano nuove strade, metodi creativi, altre forme di espressione, segni più eloquenti, parole cariche di rinnovato significato per il mondo attuale. In realtà ogni autentica azione evangelizzatrice è sempre nuova”. Dobbiamo ritornare semplici, puri di quell’infanzia spirituale che è propria dei santi, cioè di coloro che scelgono di persona. Credono il Signore vicino anche nei loro dubbi e tribolazioni, molte volte persecuzioni. Certi che il Buon Dio non abbandona mai.
Maria madre immacolata, nostalgia della bellezza a cui tutti aspiriamo, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.


 

Commento al Vangelo di Don Oreste Benzi  
(Commento pubblicato su Pane Quotidiano, editore Sempre)

Maria Santissima è immacolata. La parola vuol dire senza macchia, cioè in Maria non sono state presenti le conseguenze del peccato che i nostri progenitori hanno commesso, perché in previsione dei meriti di Cristo, lei è stata preservata; e questo è stato fatto per noi. Prima di tutto perché fosse la nostra speranza e ci indicasse il punto di arrivo della nostra esistenza e perché doveva avere una intima unione con il Cristo Gesù, figlio di Dio benedetto nei secoli, del quale doveva essere madre secondo la carne, in una unità profonda di volontà. Quindi in Maria non ha agito il peccato e, come dice il saluto dell’Angelo: «Tu sei così piena di grazia che non c’è nulla in te che non sia investito dalla grazia». È piena del favore di Dio e quindi della relazione con lui. «Poiché sei piena di grazia, piena della sua vita, il Signore è con te».Dio si è innamorato di Maria, ha visto da sempre come lei avrebbe risposto al suo amore e l’ha riservata per sé, perché fosse totalmente sua, direttamente sua sposa. Nello stesso tempo il Signore le ha dato la possibilità di essere madre. Vi affido a lei, Vergine Madre di Dio, perché vi renda sempre seminatori di speranza, di amore e di pace.

Vivi la Parola

Papa Francesco

Vivi la Parola

Il blog di don Aldo Buonaiuto

Vivi la Parola

Segui tutte le celebrazioni di Papa Francesco in DIRETTA TV

LINK UTILI

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Santa Sede

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del quotidiano cattolico Avvenire

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito dell'agenzia di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il mondo visto da Roma: sito dell'agenzia internazionale di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del settimanale della diocesi di Fabriano-Matelica

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il Vaticano oggi

Vivi la Parola

Il bimestrale tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno

Vivi la Parola

IN TERRIS: Quotidiano internazionale on line