Home » Archivio » I Domenica di Quaresima (9 Marzo 2014)

I Domenica di Quaresima (9 Marzo 2014)

I Domenica di Quaresima (9 Marzo 2014) - Vivi la Parola

«Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio»

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 4,1-11)

In quel tempo, Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo. Dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, alla fine ebbe fame. Il tentatore gli si avvicinò e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di' che queste pietre diventino pane». Ma egli rispose: «Sta scritto: Non di solo pane vivrà l'uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio». Allora il diavolo lo portò nella città santa, lo pose sul punto più alto del tempio e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gèttati giù; sta scritto infatti: Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo ed essi ti porteranno sulle loro mani perché il tuo piede non inciampi in una pietra». Gesù gli rispose: «Sta scritto anche: Non metterai alla prova il Signore Dio tuo». Di nuovo il diavolo lo portò sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro gloria e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò se, gettandoti ai miei piedi, mi adorerai». Allora Gesù gli rispose: «Vàttene, satana! Sta scritto infatti: Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto». Allora il diavolo lo lasciò, ed ecco degli angeli gli si avvicinarono e lo servivano.

 

don Aldo: 

L’ambientazione del Vangelo di questa domenica è molto probabilmente quella della Giudea ad ovest di Gerico dove satana tenta Gesù nel deserto per 40 giorni. E’ evidente il riferimento ai 40 anni trascorsi nel deserto dal popolo di Israele.
Nella prima tentazione il diavolo invita il Messia a servirsi del potere dei miracoli per sfamarsi, ma il Salvatore risponde che al primo posto c’è sempre la parola di Dio. La seconda lusinga è quella di usare la forza dei miracoli per una “dimostrazione” eclatante che indubbiamente avrebbe la capacità di stupire molta gente. Gesù, però, non ha scelto questa via per riportare il cuore dei figli al Padre. Nel terzo tentativo satana, chiedendo di essere adorato, istiga il Cristo ad usare il potere politico per portare avanti la via della salvezza. Il diavolo, spesso chiamato principe di questo mondo, prova a distaccare l’uomo da Dio suscitando la bramosia della carne, del potere, del denaro. Gesù è venuto a sgretolare e sopprimere questo regno, riportando, attraverso la Redenzione, l’uomo al Signore e unendolo a Lui nella scelta piena e definitiva di fare la volontà dell’Onnipotente.
Oggi, prima domenica di Quaresima, la Chiesa ci invita ad iniziare il cammino di conversione svuotandoci da noi stessi e riempiendoci di Cristo. Pentiamoci di non aver amato il Signore, ritornando subito a Lui con il Sacramento della confessione che è l’abbraccio di Gesù al figlio confuso e smarrito nel peccato.
Satana tenta Gesù offrendogli delle sicurezze umane. Noi credenti quanto siamo ancorati a queste false certezze? Riusciamo a respingere le tentazioni e le idolatrie legando la nostra esistenza unicamente a Dio?
I veri cristiani non camminano mai da soli. Tante cose potrebbero cambiare nel mondo se tutti i membri delle parrocchie e delle comunità ecclesiali si impegnassero in gesti concreti di condivisione verso i poveri, gli emarginati, gli ammalati!
Nel deserto quaresimale, fuori dal rumore del mondo, il Signore chiede ad ognuno di noi di dare più spazio alla meditazione, alla preghiera, alla contemplazione, cercando e desiderando una relazione più forte con Lui. Il Padre Celeste è il primo a tenderci la mano. Siamo pronti ad accogliere il suo invito?

 

 

Commento alle letture di Domenica 9 Marzo 2014 di Paolo Ramonda  
(Responsabile Generale della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi)

DIO PLASMO’ L’UOMO. Siamo insieme chiamati, destinati all’eternità e anche polvere e cenere, grazia e peccato, bene e male. Ogni realtà creata è dono per noi perché scegliamo il bene, perché smettiamo di accusarci gli uni con gli altri, invidiandoci, sfruttandoci. La nostra nudità, cioè strutturale incapacità di amare ci fa desiderare un Salvatore che ci rende liberi di amare e donarci ai fratelli nella pace e riconciliazione, nel bene comune. 
CREA IN ME O DIO UN CUORE PURO, RINNOVA IN ME UNO SPIRITO SALDO. Dio creando pone nell’esistenza una cosa nuova e meravigliosa.  La giustificazione del peccatore è l’opera divina per eccellenza, analoga all’atto creatore. Il dono di grazia di Gesù si è riversato in abbondanza su  ognuno di noi e ci rende giusti della sua giustizia. Per l’obbedienza d’amore di Gesù al Padre, tutti siamo resi salvi, se entriamo in questa alleanza d’amore. 
GESU’ FU TENTATO DAL DIAVOLO. L’accusatore, il calunniatore, l’avversario che vuole contrastare l’opera di Dio e del Cristo ci assedia con le sue lusinghe a cui ognuno di noi è attratto. Ma la via della salvezza è quella tracciata da Gesù, non quella della fiducia in sé e della facilità, ma quella dell’obbedienza e dell’abnegazione. Vogliamo cercare il nutrimento e la felicità al di fuori di Dio ma è un fiasco, è perdente; vogliamo diventare grandi in questo mondo. Gesù lotta e digiuna per 40 giorni. Preghiera e digiuno, l’offerta della nostra vita.

MARIA SANTISSIMA fa che questa QUARESIMA sia tempo di lotta santa per vivere come te in Gesù e pienamente inseriti nel mondo con i poveri, ma non del mondo.

 

 

Commento al Vangelo di Don Oreste Benzi  
(Commento pubblicato su Pane Quotidiano, editore Sempre)

Gesù va nel deserto per mettersi in intima unione col Padre, però per tutti i quaranta giorni è tentato dal demonio con ogni sorta di tentazioni. È la tentazione di ognuno di noi: Satana che cerca di sgretolare in profondità la vocazione dei cristiani, la vocazione all’interno stesso del nostro cammino nella Chiesa. La tentazione è questa: «Se sei figlio di Dio...». Quanti fratelli sento dire: «Mi dovevo sposare proprio lei?». È Satana che ti mette la tentazione, sta entrando dentro di te, ti sconvolge col dubbio. Tu sei sposato, basta, ora è opera di Dio. Possa tu metterti in ginocchio e dire: «Signore, Tu sei il mio Dio». Di chi è la voce? Molte volte sono proprio quelli che ti sono vicini. Con una superficialità spaventosa diventano lo strumento di Satana per metterti il dubbio! Ma ci vivi già dentro alla vocazione del matrimonio! Sei con tua moglie, con tuo marito, con i tuoi figli, perché vai a metterlo in dubbio? È Satana che ti tenta terribilmente. È la tentazione della fuga, della distruzione e della morte.
Satana tenta Cristo e Cristo gli risponde solo con l’obbedienza totale a Dio. Non ti lasciare ingannare da Satana. Dio ci chiama ad una vita profonda e piena in lui per una nuova umanità, un’umanità redenta. Fate di questa Quaresima una Quaresima in cui il Signore entra dentro di voi. Fate posto al Signore!

Vivi la Parola

Papa Francesco

Vivi la Parola

Il blog di don Aldo Buonaiuto

Vivi la Parola

Segui tutte le celebrazioni di Papa Francesco in DIRETTA TV

LINK UTILI

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Santa Sede

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del quotidiano cattolico Avvenire

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito dell'agenzia di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il mondo visto da Roma: sito dell'agenzia internazionale di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del settimanale della diocesi di Fabriano-Matelica

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il Vaticano oggi

Vivi la Parola

Il bimestrale tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno

Vivi la Parola

IN TERRIS: Quotidiano internazionale on line