Home » Archivio » I Domenica di Quaresima 2012 (26 Febbraio)

I Domenica di Quaresima 2012 (26 Febbraio)

I Domenica di Quaresima 2012 (26 Febbraio) - Vivi la Parola
Dal Vangelo secondo Marco (Mc 1, 12-15)
In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».




don Aldo:

La Quaresima è iniziata mercoledì scorso con l’imposizione delle ceneri e oggi, prima domenica di questo tempo forte, la Parola parla del cammino di Gesù nel deserto. Durante i quaranta giorni di preghiera e digiuno, anche il figlio di Dio, come tutti gli uomini, viene tentato dal maligno che instaura contro di Lui un duello per farlo cadere. Ma il Cristo non cede alle lusinghe del principe del mondo, dando così speranza di vittoria del bene sul male a tutta l’umanità.
Il Messia è venuto sulla Terra, di cui il deserto è il simbolo, per redimerlo, cioè per farne il Regno del Padre. Gli animali selvaggi rappresentano il male contro cui Egli lotta tenacemente; gli angeli che lo affiancano ne testimoniano la discendenza divina. Giovanni il Battista si trovava intanto imprigionato perché aveva preso posizione contro Erode rimproverandolo di vivere con la moglie di suo fratello Filippo. La donna, vinta dall’ira, fa imprigionare Giovanni che poi verrà decapitato. Dopo l’arresto del cugino, il Nazareno comincia a predicare in Galilea gridando alle folle: “E’ arrivata l’ora, bisogna scegliere di ritornare al Signore, di cambiare mentalità e convertirsi al Vangelo”. Egli stesso è il Vangelo perché è il dono dell’Altissimo all’umanità.
Questa domenica inizia un tempo importante per il popolo cristiano: la Quaresima. Tutti noi facciamo parte di questo “gregge”, a partire dai sacerdoti, dalle famiglie, dai giovani e dagli anziani, ognuno seguendo la propria vocazione e il proprio carisma.
Il primo passo da compiere tutti insieme è riunirci solennemente insieme per riconciliarci con Dio e coi fratelli per mezzo dei sacramenti della confessione e dell’Eucaristia.
Convertirsi vuol dire farsi piccoli accogliendo il Regno dei cieli come dei bambini, cambiando idee, atteggiamenti e soprattutto cuore. Aver fede non significa solo aver compreso la Sacra Scrittura, ma soprattutto affidarsi a Cristo che parla alla vita di ogni uomo.
Il segno concreto di un’autentica trasformazione è quello di non mettere più al centro noi stessi, non lasciarsi dominare dai nostri istinti, ma da quelli del Salvatore. Chi si lascia vivificare dai sentimenti di Cristo attraverso lo Spirito Santo, sceglie sempre la strada della verità e della giustizia.
Nel deserto quaresimale, fuori dal rumore mondano, il Padre ci chiede di dare più spazio alla meditazione, alla preghiera, alla contemplazione; Egli stesso ci tende la mano. Basta solo essere pronti ad accettare il Suo invito!




Commento alle letture di Domenica 26 Febbraio 2012
di Paolo Ramonda

(Responsabile Generale della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi)
Io stabilisco la mia Alleanza con voi. Questo cammino verso la Pasqua vuole essere scoprire questo arcobaleno che Dio fa sorgere su di noi, la sua vita che si dona, la sua Alleanza che si rivela, si fa conoscere. La tua grazia vale più della vita. Questa relazione con il Signore è il senso del cammino della nostra esistenza. In Lui tutta la creazione partecipa di questa giustizia e pace che Dio dona al mondo. Ma il nostro io è accovacciato, sempre pronto a fare emergere le sue esigenze. Dice don Oreste Benzi “ dimostrati per quello che sei, Figlio di Dio; non spegnere con il peccato la vita divina che è in te “.
Tutti i sentieri del Signore sono amore e fedeltà. Ogni mattina dobbiamo andare a scuola dal Maestro, Gesù, per ascoltare la sua voce nella Parola, per nutrirci del suo corpo e del suo sangue nel dono dell’Eucarestia, per attingere al suo prendere su di sé  i miei peccati nel sacramento della Riconciliazione. Per gustare la sua misericordia nella vita fraterna e di comunità, nella Chiesa. Per camminare da povero nella via giusta.
Il Battesimo,ora salva anche voi.  Gesù si è immolato, come agnello condotto al macello per ricondurci a Dio, messo a morte nella carne ma reso vivo nello spirito. Questa realtà è viva nel Battesimo ricevuto ma che si deve attuare ogni giorno come scelta di vivere per Dio nell’amore ai fratelli. Abbiamo la possibilità di attingere a questa grazia, a questo lavacro di rigenerazione. In virtù della risurrezione di Cristo possiamo continuamente invocare la salvezza con una buona coscienza.
Convertitevi e credete nel Vangelo.  La cenere sparsa sul nostro capo all’inizio della quaresima ci inoltra nel mistero profondo della vita. Il tempo è compiuto, cioè tutto passa, perché io mi converta all’essenziale, a questo lasciarmi guidare dallo Spirito Santo, Spirito di Dio,Spirito di sapienza ed intelligenza, di amore e di bontà. Abbiamo bisogno anche di tanto silenzio e deserto che possiamo vivere nella quotidianità per sapere discernere il bene dal male, per dire sì alla vita.
Facciamo come Maria, viviamo questo deserto del cuore, custodendo questa presenza reale di Gesù dentro di noi, del suo Spirito Santo che ci orienta a compiere continuamente la volontà del Padre.



Commento al Vangelo di don Oreste Benzi
(pubblicato su "Pane Quotidiano", tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno commentata da don Oreste Benzi)
Nella tentazione o prova viene messo in evidenza ciò che è nel cuore dell’uomo. Questa è la grande tentazione: «Trasforma il tuo portafoglio in un dio. Trasforma la tua casa in dio e sei sicuro; trasforma la tua professione in dio, trasformala in una tua sicurezza, distogliti da Dio». È un inganno ma ci cadi! Com’è difficile la vita del cristiano nelle varie professioni, nei vari lavori, nei vari ambiti di vita, perché c’è sempre la tentazione di soggiacere alle logiche del mondo! Per essere, per avere, per possedere, per essere chissà chi, si dice che si è disposti a “vendere l’anima al diavolo!” Non è giusto! Ti prostrerai solo a Dio. Aiutatevi a scoprire queste drammatiche tentazioni. Nelle terribili tentazioni che incontri, tu, sempre con la Parola di Dio, rivolgiti a Lui e obbedisci a Lui.
Vivi la Parola

Papa Francesco

Vivi la Parola

Il blog di don Aldo Buonaiuto

Vivi la Parola

Segui tutte le celebrazioni di Papa Francesco in DIRETTA TV

LINK UTILI

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Santa Sede

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del quotidiano cattolico Avvenire

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito dell'agenzia di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il mondo visto da Roma: sito dell'agenzia internazionale di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del settimanale della diocesi di Fabriano-Matelica

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il Vaticano oggi

Vivi la Parola

Il bimestrale tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno

Vivi la Parola

IN TERRIS: Quotidiano internazionale on line