Home » Archivio » Domenica 15 giugno 2014 - Santissima Trinità

Domenica 15 giugno 2014 - Santissima Trinità

Domenica 15 giugno 2014 - Santissima Trinità - Vivi la Parola
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, a Dio, che è, che era e che viene
Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 3,16-18)

In quel tempo, disse Gesù a Nicodèmo: «Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio, unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio».

 

 

 

 

 

don Aldo:

 

L’identità specifica dell’Altissimo è l’amore: tre persone divine, uguali ma distinte l’una dall’altra, che si amano infinitamente in un solo Dio, uno e trino. Il Padre ha tanto amato il mondo da sacrificare il suo unico Figlio il quale, a sua volta, ha effuso lo Spirito Santo dalla croce per salvare dal male l’umanità intera.
Cristo, perciò, è stato inviato dal Padre per liberare gli uomini dalle tenebre della solitudine e dall’orrore del peccato convertendo i loro cuori alla verità, alla giustizia e all’amore; si è incarnato per portare l’Amore del Creatore al mondo intero, affinché tutti possano far risplendere la propria vita della fiamma ardente dello Spirito Santo.
La relazione intima presente nella Santissima Trinità viene partecipata, secondo un disegno sapiente e misterioso, a tutti coloro che scelgono veramente di convertirsi a Gesù attraverso i sacramenti, la fede vissuta e la preghiera sincera.
Il “mondo” è dominato dalla bramosia della carne, del potere e del denaro. Per essere liberati dal peccato che lo incatena, l’uomo deve volgersi a Dio perché, vivendo in Cristo, verrà guarito. Incontrerà ancora fatiche e tentazioni, ma non ne sarà più schiavo.
Lo Spirito anima in noi la vita spirituale permettendo che cresca e si maturi. Ci dona inoltre un’intelligenza d’amore che fa discernere come vivere ed esprimere, anche nelle difficoltà, la vita divina. Nella misura in cui cambiamo noi, si trasforma anche il mondo.
Gesù è la luce che illumina ogni uomo: è via, verità e vita. A questa luminosità si contrappongono le tenebre. Coloro che si chiudono al Figlio rimangono nell’oscurità della solitudine, lontani dalla gioia della vita. Quanti invece accolgono la sua fiamma diventano splendenti allietando a loro volta gli uomini che incontrano. 
Chi crede nel Figlio unigenito ha la vita eterna, l’amore del Padre, passando dalla morte ad una nuova rinascita. Solo così si esce dal non senso dell’esistenza entrando a far parte della comunione divina della Santissima Trinità.


 

 

 

Commento alle letture di Domenica 15 Giugno 2014 di Paolo Ramonda  
(Responsabile Generale della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi)

Il lavoro della preghiera dei poveri, di chi deve sbarcare il lunario, si svolge nella scomodità, cercando e scegliendo di pregare, al mattino, in viaggio, nelle pause dal lavoro, e soprattutto nella festa il giorno del Signore. Pregare è ascoltare Dio, la sua Parola come il pane privilegiato della giornata. Nella preghiera, nel silenzio a volte nel pianto, Dio si rivela, piano piano, come ricco di misericordia e fedeltà, e ci rende capaci della sua misericordia e fedeltà. La preghiera poi porta all’adorazione, al prostrarsi al Signore e a scoprire che Dio cammina con noi, anzi in mezzo a noi. L’uomo che prega riconosce il proprio peccato e diventa capace di perdono verso i fratelli.

Siate gioiosi. Come è possibile in mezzo a mille impegni, imprevisti, contrasti, difficoltà, prove e malattie? Bisogna avere una meta, uno scopo, bisogna camminare con dei fratelli, una comunità, bisogna desiderare la pace, essere uomini di comunione e riconciliazione. Siate santi nell’amore, nella comunione. Dice don Oreste Benzi “Dio è il massimo bene dell’uomo. Al di fuori di questa comunicazione di lui tutto è vano”.

Dio ha tanto amato il mondo. Credere cosa significa? Che Dio ci ama creandoci e destinandoci alla felicità piena, duratura. Soprattutto donandoci se stesso, il suo Figlio, l’Unigenito, il volto del suo amore, di una amore che si dà fino alla fine, al tutto compiuto. Questa è la vita eterna che conoscano te Padre e colui che hai mandato. Allora la vita è anche entrare in questo amore intimo di Dio che è Padre, Figlio e Spirito Santo. Cercare questa relazione che continuamente si dona a noi, e il gran mezzo è la preghiera.

Come Maria donna di preghiera, di silenzio, di ascolto, di vita donata.

 

 

 

Commento al Vangelo di don Oreste Benzi
(pubblicato su "Pane Quotidiano", tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno commentata da don Oreste Benzi)

 

Dio ha tanto amato il mondo e ci ama tanto! Ci ha dato una prova: gli sta tanto a cuore il mondo che ha mandato suo Figlio in mezzo a noi e si è fatto carne. È diventato uno di noi e il bello è questo: Dio non vuole che il mondo muoia e ha mandato Gesù perché il mondo viva, perché il mondo abbia la vita di Dio, non muoia, e invece questo mondo muore!
Tutte le volte che tu sei accanto al tuo fratello e rispondi alla sua distrazione verso di te con la tua distrazione, in quel momento il mondo muore perché muore il rapporto tra te e lui, e Dio non vuole che muoia! Tutte le volte che passi accanto a colui che ti grida col suo sguardo, con la sua situazione, con la sua realtà, ti implora di amarlo e tu fai finta di non vederlo, il mondo muore, e Dio non vuole che muoia questo mondo!
Dio ha mandato suo Figlio non per giudicare il mondo ma per salvare il mondo; a Dio non interessa il giudizio del mondo, perché il giudizio è separazione. A Dio interessa che tu viva, che tu sia salvo, e se ti lasci coinvolgere dalla sua passione, anche tu non giudicherai più nessuno e capirai tutta la stoltezza del giudizio che è perdita di tempo perché Dio vuole salvare, non condannare, né giudicare.

Vivi la Parola

Papa Francesco

Vivi la Parola

Il blog di don Aldo Buonaiuto

Vivi la Parola

Segui tutte le celebrazioni di Papa Francesco in DIRETTA TV

LINK UTILI

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Santa Sede

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del quotidiano cattolico Avvenire

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito dell'agenzia di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il mondo visto da Roma: sito dell'agenzia internazionale di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del settimanale della diocesi di Fabriano-Matelica

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il Vaticano oggi

Vivi la Parola

Il bimestrale tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno

Vivi la Parola

IN TERRIS: Quotidiano internazionale on line