Home » Archivio » Ascensione del Signore (1 Giugno 2104)

Ascensione del Signore (1 Giugno 2104)

Ascensione del Signore (1 Giugno 2104) - Vivi la Parola
« 
Andate e fate discepoli tutti i popoli, dice il Signore. 
Ecco, io sono con voi tutti i giorni, 
 
fino alla fine del mondo.
»

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 28,16-20)

In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato.
Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

don Aldo:

Nel Vangelo odierno si ricorda l’Ascensione del Signore. Gesù, risorto e apparso più volte alle donne e ai discepoli, ascende, sale in cielo, ritornando al Padre per sedersi alla Sua destra e governare tutte le Nazioni dal suo seggio regale.
La Pasqua non è ancora finita: con l’Ascensione, la Chiesa celebra il Cristo vittorioso definitivamente nei confronti della morte. Oggi termina il tempo in cui Dio è presenza visibile sulla terra mediante il mistero del Figlio incarnato. Egli guida l’umanità per mezzo dello Spirito Santo, ricevuto nel battesimo e donato al mondo attraverso il sacrificio della croce.
L’opera di salvezza verrà portata avanti dagli apostoli, incaricati di ammaestrare tutte le genti, e da tutti i credenti che, giorno dopo giorno, costituiscono la Chiesa.
L’egoismo di un uomo incapace di relazionarsi nel modo giusto col prossimo e desideroso solo di volerlo usare per il proprio tornaconto, è tra i peggiori drammi presenti sulla terra. Nel regno di Dio vige invece la comunione, nella quale tutto viene condiviso, sia i beni materiali che quelli spirituali.
L’evangelizzazione avviene attraverso l’annuncio della Parola e prima ancora con l’esempio. La vita, quando è completamente compenetrata da Cristo, permette il rinnovamento del mondo e la creazione di una nuova umanità.
Costruiamo passo dopo passo la civiltà dell’amore nella quale nessuno pensa solo a se stesso, né agisce individualisticamente, ma considera sempre le conseguenze dei propri atti sugli altri.
Lo Spirito Santo viene in aiuto delle mancanze dell’uomo trasformando i nostri cuori e le nostre menti perché soccorriamo “il povero, l’orfano e la vedova”. Apriamo le porte del cuore a Cristo! Diventeremo così parte del suo corpo mistico che è la Chiesa, la comunione dei fratelli.

 

Commento alle letture di Domenica 1 Giugno 2014 di Paolo Ramonda  
(Responsabile Generale della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi)

GLI APOSTOLI CHE SI SCELSE NELLO SPIRITO SANTO. Tutti noi siamo scelti in questo amore di Dio che ci attira a sé. Un amore crocifisso che paga di persona per noi per liberarci dai nostri peccati, per riconciliarci tra di noi. Un amore che ci immerge e ci spinge a stare in Dio nella preghiera, e ad essere missionari per raccontare le sue meraviglie, in tutto il mondo, in ogni situazione di vita. Mentre guardiamo verso il cielo siamo chiamati a camminare su questa terra con Gesù presente realmente nei piccoli e nei poveri.  

PER UNA PROFONDA CONOSCENZA DI LUI. La chiesa è lo spazio stupendo dove insieme cerchiamo il Signore. dice don Oreste Benzi “ la Chiesa è prima di noi, è dono di Dio “. Ci prenda il desiderio di amare e conoscere Cristo lo sposo della Chiesa e di ogni anima. Ci prenda la nostalgia di essere santi nel vivere. E rendiamoci disponibili alla missione che il Padre ci affida.

QUANDO LO VIDERO SI PROSTRARONO. Ormai noi siamo innamorati di Cristo, sentiamo che Lui è il senso pieno della nostra esistenza, non c’è nessun altro all’infuori di Lui. C’è solo Gesù. Anche i dubbi che a volte ci assalgono anche a causa della nostra poca fede, svaniscono nell’abbraccio con il Signore che ci guarisce e ci ama. In Gesù è la vita che ci immerge nel dono della vocazione che ci spinge ad amare i fratelli e a condividere con  gli ultimi. Gesù è con noi tutti i giorni, sempre, non ci lascia più. Che meraviglia.

Maria madre del nostro battesimo, facci essere innamorati del tuo Figlio.

 

 

 

Commento al Vangelo di don Oreste Benzi
(pubblicato su "Pane Quotidiano", tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno commentata da don Oreste Benzi)

 

Leggendo questo brano la gioia riempie il nostro cuore. Gesù è con noi tutti i giorni fino alla fine del mondo. Gesù è con noi, cioè Gesù opera con noi, in noi, attraverso noi. Che cosa è questo “noi”? Questo "noi" è l'insieme di tutti coloro che sono uniti al Padre, in Cristo, per mezzo dello Spirito Santo. Questo noi è la Chiesa, il Corpo Mistico di Cristo. In esso ognuno non pensa mai disgiungendosi dagli altri; non agisce mai separandosi dagli altri; considera sempre le conseguenze dei propri atti sugli altri. In questo corpo non c'è più l'io contrapposto, ma il noi concorde; non c'è più il mio e il tuo, ma il nostro. Nel mondo esiste l'esasperato individualismo incapace di dialogo che porta a prevalere sull'altro: nel corpo di Cristo c'è la comunione. Siamo nella civiltà dell'amore!

Vivi la Parola

Papa Francesco

Vivi la Parola

Il blog di don Aldo Buonaiuto

Vivi la Parola

Segui tutte le celebrazioni di Papa Francesco in DIRETTA TV

LINK UTILI

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Santa Sede

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del quotidiano cattolico Avvenire

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito dell'agenzia di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il mondo visto da Roma: sito dell'agenzia internazionale di informazione religiosa

LINK UTILI - Vivi la Parola

Sito del settimanale della diocesi di Fabriano-Matelica

LINK UTILI - Vivi la Parola

Il Vaticano oggi

Vivi la Parola

Il bimestrale tascabile che ti offre la Parola di Dio di ogni giorno

Vivi la Parola

IN TERRIS: Quotidiano internazionale on line